LE GRAZIE: UN TIMIDO BORGO DI MARE

LE GRAZIE: UN TIMIDO BORGO DI MARE

In questo articolo vi porto con me a scoprire un altro borgo del litorale spezzino: Le Grazie, un piccolo centro abitato decisamente meno turistico della vicina Porto Venere, ma ugualmente affascinante e rilassante.

Le Grazie

Visitandolo per la prima volta in pieno inverno non ho trovato molte attività turistiche attive, giusto un paio di bar e qualche servizio indispensabile per i residenti, ma ciò mi ha permesso di godermi al meglio il luogo, nella quiete più totale e senza troppe distrazioni.

Il borgo si sviluppa seguendo una naturale insenatura, che da sempre l’ha resa ideale per imbarcazioni in cerca di riparo da venti e correnti. Le case rispecchiano il tipico stile ligure dando vita ad un variopinto lungomare, mentre il porticciolo offre diverse attività legate alla vita in barca.

lungomare

Rilassante la pineta in pieno centro, direttamente sul mare con annessa spiaggetta, che fa da cornice a scenari davvero unici, soprattutto al tramonto. Nei pressi è presente anche una piccola area giochi, che permette di impegnare i bimbi tra una passeggiata e l’altra.

pineta sul mare
veduta dalla pineta verso il Golfo dei Poeti

Il lungomare, da poco rimesso a nuovo, permette di passeggiare da un estremo all’altro del borgo e capita spesso di trovare file di pescatori con la propria attrezzatura, in cerca di qualche ora di relax e fortuna!

BREVI CENNI STORICI

La parte più antica del borgo viene identificata con l’area di Varignano Vecchio, in cui sono presenti:

  • La Chiesa di Nostra Signora delle Grazie (XV sec)
  • resti di una Villa Romana (I sec a.C.)
  • Fortezza del Varignano (1724)
Varignano Vecchio

LA CHIESA DI NOSTRA SIGNORA DELLE GRAZIE

La Chiesa è di origine quattrocentesca, prevalentemente di stile tardo gotico, ma presenta interventi risalenti anche ad epoche successive. Raggiungibile tramite una scalinata con ai lati degli ulivi, ha una sola navata con volte a crociera. Conserva uno splendido coro ligneo e al centro dell’altare maggiore è esposta la miracolosa immagine della Madonna, mentre sul retro è presente un vasto uliveto.

in giro con i nonni globetrotter

Accanto è collocato l’ex Convento, ormai trasformato prevalentemente in abitazioni private, in cui si trova l’antico Refettorio, recentemente restaurato e decorato con splendidi affreschi risalenti alla fine del Quattrocento.

LA VILLA ROMANA DEL VARIGNANO

La Villa romana del Varignano risale alla I° metà del I secolo a.c. ed è situata alla fine di una piccola valle, ricca di olivi e di acque, con una vicina insenatura che all’epoca l’ha resa sito ideale per l’attracco ed il ricovero di piccole imbarcazioni. La zona archeologica è interamente visitabile e a breve sarà completato anche l’allestimento di un museo e di un percorso didattico.

Noi abbiamo avuto occasione di visitarla durante la “Giornata nazionale delle famiglie al museo” (FAMU 2019), in cui le famiglie con bimbi sono state invitate a partecipare sia alla visita guidata dell’intero sito archeologico che ai laboratori organizzati a tema.

LA FORTEZZA DEL VARIGNANO

Edificato nel 1724, dalla Repubblica di Genova, fu costruito sull’estrema punta del golfo de Le Grazie, dapprima usato come lazzaretto poi come deposito merci. Solo nel 1797, con il dominio napoleonico, divenne comando militare del golfo di Spezia, mentre nel 1862 ospitò Garibaldi per delle cure mediche. Nel 1910 divenne sede dei Palombari della Regia Marina e dal 1952 divenne sede degli Incursori.

NOTIZIE UTILI

Il borgo è raggiungibile facilmente in auto e mentre nel periodo di bassa stagione il posteggio è ovunque gratuito, durante il periodo estivo si paga una tariffa oraria. In alternativa vi ricordo che c’è sempre un efficiente servizio urbano che da La Spezia vi permette di raggiungere il borgo salendo sulle vetture indicanti “11-Le Grazie” o “P-Porto Venere” (quando comprate i biglietti ricordate sempre di specificare dove dovete andare, perchè il costo varia in base alla destinazione e in caso di controlli o vi fanno la multa o vi fanno scendere, quindi fate attenzione!!). L’utilizzo del passeggino è fattibile solo per passeggiare per il borgo, mentre risulta scomodo per visitare la chiesa del Varignano Vecchio e decisamente inutile all’interno della villa romana, in cui vi ritrovereste costretti a lasciarlo in custodia per praticare tutti i percorsi.

A Le Grazie abbiamo passato diversi pomeriggi, sia per passeggiare in riva al mare che per bere una birra in un pub e vi assicuro che al tramonto regala scorci davvero rilassanti, dai toni pastello che donano una magnifica sensazione di quiete, come si vede in quest’ultimo scatto. Non trovate che sia incantevole? Fatemi sapere tra i commenti!!

Questo articolo ha 20 commenti.

  1. Sembra un luogo cosi pacifico da assomigliare più ad un paese su un lago che sul mare 🙂 molto carino

  2. Sono stata a Porto Venere, ma non a Le Grazie, se capitassi in zona farei volentieri una sosta. Dalle foto sembra molto pittoresco e dall’atmosfera molto tranquilla.

    1. Non mi sorprende, spesso viene tralasciata per la più conosciuta Porto Venere, ma come dici tu è davvero rilassante e suggestiva. Fai bene ad andarci se ricapiti da queste parti, non te ne pentirai!!

  3. Che carino questo borgo, non lo conoscevo. Mi piace molto lo scorcio delle montagne innevate in contrasto con la barca. In inverno sembra quasi più incantevole che in estate!

  4. Non ci sono mai stata me penso proprio che preferirei visitare questo borgo in inverno perché immagino la ressa di gente in estate. Molto meglio – per me – passeggiare lungo strade deserte e godersi il tramonto, magari con un aperitivo in riva al mare!

    1. Hai ragione, la vera essenza dei luoghi la cogli solo nei periodi di bassa stagione!E come puoi notare dalle foto dell’articolo, i tramonti sono spettacolari!!! 😉

  5. Un borgo che è un gioiellino. Sono stata a La Spezia quando ero piccola ma ricordo poco e non credo di essere mai stata a Le Grazie ma sembra davvero bello. Credi si possa girare in giornata o servono un paio di giorni per godersi la meglio la visita?

    1. È un gioiello, a me piace tanto!! Però è davvero piccino, quindi bastano poche ore e lo giri tutto!! 😉

  6. I Borghi di mare hanno un fascino unico. Ammetto che questo non lo conoscevo, ma probabilmente proprio il fatto di essere un luogo meno turistico lo rende più autentico.

    1. esatto! Ecco perchè ho deciso di dedicargli un articolo, è una vera perla!

  7. Davvero bello. Personalmente amo moltissimo i piccoli paesi sul mare, li trovo intimi e molto romantici. Ci focalizziamo sempre sui luoghi più grandi e conosciuti senza dare troppo peso a queste piccole perle!

    1. La penso esattamente come te, per questo ho deciso di accendere i riflettori su questi piccoli borghi, tra l’altro che non hanno nulla da invidiare ai più conosciuti! 😉

  8. Com’è poetica la veduta dalla pineta! Mi ispira un sacco questo borgo e credo che un giretto fuori stagione sia perfetto per goderselo a pieno, come hai fatto tu!

    1. Brava..infatti consiglio di andarci in bassa stagione per godere della sua quiete!😍

  9. Sembra davvero carino con le casette colorate, pensa che nella zona attorno a La Spezia non credo di esserci mai stata. Terrò presente il tuo articolo per una gita.

    1. C’è molto da vedere, ne vale davvero la pena! 😉

  10. La pineta, quanti ricordi con i bambini piccoli, le passeggiate, i pomeriggi insieme tra giochi e risate e poi man mano crescendo le conversazioni nei nostri posti tranquilli

Lascia un commento

Chiudi il menu